HABLAS ITALIANO?

“Che lingua si parla in Italia?”

Giapponese, dico.

“No, davvero? ma dai… ah, nooo… mi prendi in giro! eh eh, ci stavo cascando… voi parlate spagnolo, vero?”

Ma porca miseria. Succede almeno una volta alla settimana, giuro. E’ possibile che ad Haiti si ricordino gli errori dal dischetto di Baggio e Baresi a Usa ’94 ma non sappiano che esiste una lingua chiamata italiano? Il nostro reparto marketing nazionale deve fare qualcosa. La Spagna ci sta trucidando. Anche fuori dai campi di calcio. Tra un po’ ci prendono il panettone e Giuseppe Verdi. El panetòn. José Verdes.

Del resto, anche gli haitiani, fra di sé, non si fanno una grande pubblicità. Poco tempo fa stavo discutendo con il proprietario di una casa che abbiamo smesso di affittare da anni e di cui non eravamo ancora riusciti a rivedere un soldo della cauzione. Normale. Insomma finalmente ci incontriamo per metterci d’accordo sulla restituzione di questi benedetti soldi che ci deve. Si presenta in canottiera e ciabatte, addentando una pesca succosissima che gli cola tutta lungo il braccio fino al gomito.

“Buongiorno”, mi fa. “Non ho i soldi né il libretto degli assegni qui con me. Ma stia tranquillo, la settimana prossima il nuovo inquilino le restituirà la cauzione per conto mio, poi la dedurrà dall’affitto che mi deve”.

Sì, dico, ma io non lo conosco il suo inquilino, non ho impegni scritti né morali con lui, non ho niente che ci vincoli…

“Non si preoccupi”, dice il proprietario, “di lui si può fidare: non è haitiano”.

Ma tu sì, brutto disgraziato.

La cosa bella del lavorare per un’organizzazione medica è che dopo un po’ non capisci più niente di medicina. Ogni collega infatti è potenzialmente un pozzo d’informazioni, ma ogni pozzo ti offre la sua acqua diversa da tutte le altre. Profilassi antimalarica, sì o no? Tira una monetina e decidi. Il colera rischio di prenderlo se faccio la tal cosa? Sì, no, dipende. Poi c’è quella “familiarità disinformata” coi medicinali.

L’altro giorno ero alla base dell’ospedale per un corso, vado alle urgenze dove lavora la brava Marie.

Marie, dico, mi fanno male le orecchie da quando siamo andati in piscina domenica scorsa, deve solo esserci entrata un po’ d’acqua ma non è che hai un qualcosa per disinfettarle bene?

Marie fa un rapido scompare / riappare. Nel riapparire, mi riempie le mani di flaconi, soluzioni, siringhe (senza ago) per spararmi l’iradiddio dentro le orecchie, antidolorifici, epo, nandrolone, anabolizzanti.

“Tieni”, dice,”vai e fatti come John Belushi!”

A conti fatti, meglio così. Si impara a relativizzare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Haiti e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a HABLAS ITALIANO?

  1. s3punt0 ha detto:

    Muy bueno F!! No dejes de escribir, ai poquito a poco me pongo con el italiano y “la prossima volta” pues te hablare un poquito!!! Cuídate y paciencia. s

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...