BAHIA DE TODOS OS SANTOS

Sono ancora in Brasile e ho gia’ la saudade.

Questo perche’ ho lasciato la mia Bahia. Che e’ un nome che confonde, all’inizio, perche’ qui si usa indifferentemente per la citta’ di Salvador, la baia su cui Salvador domina e lo stato di cui Salvador e’ la capitale. Io lo uso in tutti e tre i sensi, perche’ qui in Brasile l’indeterminatezza e’ una virtu’. Ieri io e la Babs abbiamo lasciato una citta’ che non so se direi la piu’ bella del mondo perche’ queste definizioni non hanno senso, ma quando ci stai ti senti come se lo fosse. E’ il posto piu’ fico del Brasile. Ok, per ora e’ anche l’unico che ho visto ma sono gia’ in iperventilazione dall’eccitazione.

E’ la gente a renderla quella che e’. Il pittore per strada con cui abbiamo accumulato ore di chiacchiere, che ha smesso di bere e come unica droga ora che e’ anziano usa la maria; che ci ha dato migliaia di preziosissimi consigli, ma poi non li seguivamo mai perche’ la danza delle possibilita’ ci portava altrove, finche’ abbiamo detto “oggi si fa quel che lui consiglia” e siamo andati nel quartiere di Sao Caetano, dove eravamo gli unici stranieri e i bambini di strada viaggiavano attaccati all’esterno dei bus e anche se facevamo i fighi ogni tanto un po’ di fifa l’abbiamo avuta. Poi il maestro di capoeira che fa fare il salto mortale in avanti a un anziano di 75 anni e la maestra che fa lezione ai bambini, e fra i bambini la tombolotta di cioccolato coi capelli crespissimi, un krapfen umano che si concentra un quarto d’ora per riuscire ad alzare la gamba ma ha un fuoco negli occhi… e quelli che suonano per ore per strada mentre bevi l’ultima cachaca e ti regalano un concerto gratis, tutti quelli che incontri in giro e si fanno in quattro per aiutarti. E gli amici che non vedi da 10 anni e ti aprono casa loro e ti trattano come se abitassi li’ con loro da sempre. Ingrid, Graham, Leo e Sofia, grazie. E anche Jo, Jacqueline, Graca (non ho la C con la cediglia, sarebbe Grazia).

(per la cronaca no, non abbiamo fatto lezione di capoeira, siamo solo entrati in una scuola e rimasti qualche ora a guardare le lezioni altrui. Ti immagini farlo a Milano?)

Siamo anche finiti in un candomble’, che non mi metto a descrivere perche’ non saprei da dove cominciare ma in poche parole e’ un rito religioso che gli schiavi portati qui dall’Africa hanno lasciato in eredita’ alla regione piu’ “nera” (in ogni senso) del Brasile.

(per la cronaca no, non ci siamo convertiti al culto degli orixa’, abbiamo solo osservato. Anche se io sento istintivamente il desiderio di trovare il mio orixa’, e spero che sia quello che guarisce dalle allergie. Forse anzi l’ho trovato, perche’ una baiana per strada mi ha ricoperto di popcorn. E’ Omolu’, che sembra il cugino It della Famiglia Addams e vale anche come San Lazzaro.

Intanto mi limito a osservare una citta’ che venera Santa Bona potrebbe tranquillamente essere la mia citta’.

Vien voglia di stare qui dei mesi. Ogni tanto tornerei a guardare le balene, o meglio i loro dorsi enormi che affiorano dall’acqua e spruzzano un getto altissimo e poi fanno ciao con la coda. Ma se mangio ancora vatapa’ o acaraje’ muoio. Sento il gusto di gamberi ovunque, anche mentre dormo, anche mentre mi lavo i denti. Quindi ogni tanto cambiare gusto, neh. E’ cosi’, e con le insistenze della Babsie, che si spiegano le due pizze gia’ accumulate. Ma dove li ritrovi questi colori?

Insomma la prima settimana e’ uno spettacolo.

Ci avevano messo in guardia dai pericoli, attenti alla famosa pistola in faccia, non portate orologi e monili, eccetera eccetera, invece abbiamo incontrato solo gente splendida. Tranne uno: un frigo da questo qui non lo comprerei.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...