Adesso siamo in tre a fare tapìm tapùm a Parigi

Saputo del mio trasferimento a Parigi, Leonardo (l’allenatore dell’Inter, non il genio; no, decisamente non il genio) ha capito di non poter resistere un minuto di più in questa città, nonostante Pisapia e i referendum sulla riapertura dei Navigli. E ha immediatamente cominciato a esplorare le maniere più diverse (e perverse) per seguirmi.

Pare che fosse a un passo dall’accettare il posto di aiuto-boulanger in una panetteria di Pigalle, non essendo riuscito a ottenere il permesso per sistemare il cavalletto da apprendista pittore in Place du Tertre a Montmartre, quando il batter d’ali di una farfalla in Indonesia ha innescato una di quelle bizzarre coincidenze su cui si impernia la trama altrimenti inesistente di film come “Crash” e “Magnolia”, nonché dei due terzi abbondanti di Altman.

Leonardo è stato chiamato a fare il direttore tecnico del Paris St. Germain. Quindi abbiamo preso tre piccioni, ma che dico, tre condor, con una sola fava. L’Inter può cercare un allenatore vero, lui viene a Parigi con me e in più continua a fare quel che gli piace: portare squadre professionistiche in gita scolastica ogni domenica.

Si profila un derby in famiglia: la Babs che lavora a Lille e dunque tifa per la squadra locale (campione in carica, mica cazzi), io che per simpatia verso il più cane-bastonato fra tutti i brasiliani seguirò il Psg.

Viaggiando su un altro tram, pensavo a Fred Vargas. Il fatto è che dobbiamo selezionare i pochi libri da portarci a Parigi (non ci stanno tutti, non ce ne sta neanche un quarto di quelli che abbiamo) e stamattina mentre mangiavo lo yogurt ho notato un romanzo di Fred Vargas sullo scaffale. Io non l’ho mai letta e sono molto curioso. Accarezzo l’idea di portarlo a Paris. Ma devo ammetterlo, l’idea che per tutti questi anni lei abbia aiutato e sponsorizzato in ogni modo Cesare Battisti mi urta tanto, ma tanto. Non sono dell’idea di boicottare gli artisti se fanno qualche cazzata, altrimenti ci resterebbe ben poco da leggere o da guardare o da ascoltare ecc. Però il caso è così caldo e attuale che faccio proprio fatica.

Che devo fare?

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...